Gli aquiloni

Centro per la cura dei disturbi dell'alimentazione

Terapia nutrizionale

“Anni persi a non fare altro che lottare con la fame. Parlare della fame. Convivere con la fame. Anni passati a punirmi per ogni caloria di troppo che avevo la debolezza di ingoiare”
(M. Marzano)
 

 
I disturbi alimentari esprimono disagi profondi; attraverso il rapporto con il cibo – negato, cercato e rifiutato, o ingerito in quantità smodata – comunicano in modi diversi uno stesso bisogno: una disperata fame d’amore.
La terapia nutrizionale cerca di ripristinare il feed-back mente-corpo, attraverso un accompagnamento personalizzato che permette di andare “oltre la dieta”, riattribuendo significato al cibo.
Gli strumenti di intervento prevedono il colloquio anamnestico, per conoscere e instaurare la relazione con il paziente; la valutazione antropometrica, che pone l’attenzione sul corpo; l’analisi bioimpedenziometrica per valutare lo stato nutrizionale; il diario (emo)tivo-nutri(zionale), strumento di diagnosi e terapia.
Il cibo porta con sé significati, emozioni, tradizioni, simboli, colori, suoni e sapori, per cui l’atto del mangiare assume un valore ben più ampio.