Gli aquiloni

Centro per la cura dei disturbi dell'alimentazione

I principali disturbi

 

Che cos’è l’Anoressia Nervosa?

“Anorexia” dal greco letteralmente significa “mancanza di appetito”, un disturbo che si caratterizza per il grave dimagrimento e la distorsione della propria immagine corporea (pur essendo molto magre si vedono e si sentono grasse).

Sintomi:

  • Rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra del peso minimo normale;
  • Intensa paura di acquistare peso o diventare grassi;
  • Un’eccessiva influenza del peso e delle forme corporee sull’autostima;
  • Rifiuto di ammettere la gravità del sottopeso;
  • Amenorrea.

 

 

Che cos’è la Bulimia Nervosa?

“Bulimia” significa letteralmente “fame da bue” o “fame da cane” e pone l’accento sul problema fondamentale di questo disturbo, l’incapacità a controllare l’appetito e la conseguente incapacità a controllare l’alimentazione e le sue conseguenze sul peso.

Sintomi:

  • Ricorrenti abbuffate (mangiare in un definito periodo di tempo una quantità di cibo significativamente maggiore di quello che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso tempo e in circostanze simili, sensazione di perdita di controllo sull’alimentazione durante l’episodio);
  • Ricorrenti e inappropriate condotte compensatorie per prevenire l’aumento di peso (vomito, abuso di lassativi e/o diuretici, eccessiva attività fisica);
  • I livelli di autostima sono fortemente influenzati dal peso e dalla forma del corpo.

 

 

 

Se da un lato la ragazza anoressica, tendenzialmente ossessiva, riesce a mantenere i suoi rituali di restrizione alimentare, la bulimica perde il controllo determinando gli episodi di abbuffata. Per quanto riguarda la gravità, nell’anoressia è legata alle conseguenze organiche della perdita di peso, mentre nella bulimia è determinata dalle condotte di neutralizzazione. In entrambe le sindromi la condizione di sofferenza e la compromissione della qualità della vita possono diventare fattori di rischio per comportamenti autolesivi fino al suicidio.

 

Che cos’è il Disturbo Alimentare non Altrimenti Specificato (NAS)?

I Disturbi Alimentari non Altrimenti Specificati (NAS) comprendono da un lato situazioni simili all’Anoressia o alla Bulimia, alle quali manca tuttavia uno dei criteri richiesti per la diagnosi, dall’altro una serie di disturbi ancora non completamente definiti e delineati.

 

 

Che cos è il Disturbo da Alimentazione Incontrollata?

Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder – BED) è un disturbo caratterizzato da episodi ricorrenti di abbuffate in assenza di regolari condotte di neutralizzazione come il vomito autoindotto, l’attività fisica intensa, l’abuso di lassativi e di diuretici.

I soggetti affetti da questo disturbo hanno un comportamento alimentare diverso da quelli affetti da Bulimia Nervosa. Infatti, se in quest’ultima le abbuffate si intervallano a periodi di marcata restrizione alimentare, nel BED le abitudini alimentari sono sempre caotiche ed irregolari.

 

 

Che cos’è l’Obesità psicogena: un altro aspetto del problema

L’obesità psicogena, diversamente dall’obesità cosiddetta semplice, si basa su importanti fattori psicologici. Solo raramente è una conseguenza di disfunzioni metaboliche. La persona sviluppa la dipendenza da cibo con modalità differenti rispetto alla bulimia. Il soggetto obeso assume enormi quantità di cibo, non lo vomita, e spesso lo sceglie con cura. Il bambino e l’adolescente obeso, in particolare, sono oggetto di derisione da parte di coetanei dai quali non riescono a difendersi. Questo potrà essere possibile causa di depressione e di un conseguente aumento dell’obesità.